IL SISTEMA INTEGRATO DEI PRINCIPI APPLICATI E DELLE NORME DI SETTORE
DEI SOGGETTI IFRS
( SUPPORTO INFORMATICO PROFESSIONALE ) 2019 ©

 

1
COS’È <NORME e PRINCIPI> delle SOCIETA’ VIGILATE?

 

NORME & PRINCIPI delle “SOCIETA’ VIGILATE” © 2019 è un Sistema Informativo Multidisciplinare a supporto delle:

A. INTERMEDIARI FINANZIARI, soggetti a vigilanza prudenziale di BANCA d’ITALIA, e,

B. SOCIETA QUOTATE, soggette a vigilanza della CONSOB.

Il “SISTEMA” permette di accedere alla NORMATIVA DI SETTORE, disciplinata dall’Autorità di Vigilanza competente e disponibile On line. Le norme sono catalogate in modo funzionale tale da rendere la ricerca documentale semplice e intuitiva.

 

I PRINCIPI, in quanto norme tecniche, sono rappresentati da:

a. I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS / IFRS applicati nella formazione di bilancio e nella compilazione delle voci oggetto di segnalazione verso l’ORGANO DI VIGILANZA;

b. I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI ISA ITALIA, accessibili direttamente, ovvero indirettamente in quanto rappresentativi del processo di revisione modulato in base alla piramide del Risk approach;

c. I PRINCIPI DI COMPORTAMENTO DEL COLLEGIO SINDACALE modulati in formato CHECK-LIST vanno consultati come strumenti di gestione societaria di conformità alla normativa cogente (codice civili).

L’obiettivo di “NORME & PRINCIPI” è quello di avere a portata di click il QUADRO delle NORME e dei PRINCIPI di riferimento delle società, per OTTENERE RISPOSTE IMMEDIATE E CONFORMI ALLE DISPOSIZIONI VIGENTI.

 



2
A CHI È DESTINATO?

Il Sistema Multidisciplinare Informativo è destinato a:

A. SOGGETTI VIGILATI DA BANCA D’ITALIA:

• BANCHE;

• INTERMEDIARI FINANZIARI 106 TUB;

• CONFIDI 106 TUB;

• I.P. - ISTITUTI DI PAGAMENTO;

• I.M.E.L. - ISTITUTI DI MONETA ELETTRONICA;

• S.G.R. - SOCIETA DI GESTIONE DEL RISPARMIO;

• S.I.M. SOCIETA DI INTERMEDIAZIONE MOBILIARE; e

B. SOGGETTI VIGILATI DALLA CONSOB:

• SOCIETA' QUOTATE e RELATIVI GRUPPI

C. SOCIETA' e GRUPPI NON QUOTATI che applicano per opzione i principi contabili internazionali IAS/IFRS

All’interno delle suddette società i soggetti utilizzatori possono essere:

• Presidente del CdA;
• Amministratore delegato;
• Consiglieri di amministrazione;
• Direttore generale;
• Funzioni di revisione interna;
• Funzione di risk management;
• Funzione di compliance;
• Funzione antiriciclaggio;
• Funzioni operative di business;
• Funzioni operative di amministrazione bilancio e controllo;
• Funzioni operative di i.t.; e quindi l’Ufficio studi della società.

Il sistema di informazione è inoltre consigliato ai seguenti professionisti esterni delle società:

• Sindaci;
• Revisori legali;
• Avvocati;
• Consulenti;
• Commercialisti;

e chiunque intenda approfondire o specializzarsi nei settori di riferimento.



3
PERCHE’ UTILIZZARLO?


Con “ NORME & PRINCIPI ” delle SOCIETA’ VIGILATE © 2019 si dispone immediatamente di:

1.Un " Quadro completo "delle norme di riferimento vigenti;

2.Un " Quadro affidabile " delle norme di rifermento, consultabile direttamente alla fonte, senza incorrere alcun rischio di integrità o di originalità del documento acquisito;

3. Un’archiviazione personalizzata in quanto, una volta richiamato il documento, si è liberi di archiviarlo a nostro piacimento;

4.Un’informazione preventiva rappresentata dall’Introduzione al documento che permette di trarre una sintesi.



4
QUALI SONO LE NORME DI SETTORE DELLE SOCIETA’ VIGILATE

I) Per i SOGGETTI VIGILATI da Banca D’Italia il quadro normativo è articolato nelle seguenti sezioni che contengono documenti rilevanti aggiornati:

1. NORMATIVA COMUNITARIA;
2. NORMATIVA PRIMARIA;
3. NORMATIVA SECONDARIA DI SETTORE:

3.1. C.I.C.R. (Comitato Interministeriale del Credito e del Risparmio)
3.2. VIGILANZA PRUDENZIALE (BANKITALIA)
3.3. BILANCIO IFRS (BANKITALIA)
3.4. NOTE AL BILANCIO/CHECK di CONFORMITA’
3.5. SEGNALAZIONI DI VIGILANZA (BANKITALIA)
3.6. SEGNALAZIONI CENTRALE RISCHI (BANKITALIA)
3.7. ALTRE DISPOSIZIONI/ COMUNICAZIONI (BANKITALIA)
3.8. ANTIRICICLAGGIO E FINANZIAMENTO AL TERRORISMO (AML/CFT)

3.8.1. AML/CFT - DISPOSIZIONI COMUNITARIE
3.8.2. AML/CFT - DISPOSIZIONI PRIMARIE
3.8.3. AML/CFT - DISP. SECONDARIE DI SETTORE (BANKITALIA / U.I.F.)

3.8.3/1 AML/CFT- MEF
3.8.3/2 AML/CFT - ORGANIZZAZIONE INTERNA (BANKITALIA)
3.8.3/3 AML/CFT- SEGNALAZIONI OPERAZIONI SOSPETTE (BANKITALIA)
3.8.3/4 AML/CFT- SARA SEGNALAZIONE DATI AGGREGATI (BANKITALIA)
3.8.3/5 AML/CFT - INDICATORI DI ANOMALIA ( BANKITALIA - U.I.F. )
3.8.3/6 AML/CFT- ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (BANKITALIA)

4. TRASPARENZA NEI RAPPORTI CON I CLIENTI (BANKITALIA)

5. ANTIUSURA (BANKITALIA)

6. DISPOSIZIONI A.B.F. (Rif. BANKITALIA)

7. PRIVACY.

II) Per i SOGGETTI A VIGILANZA DELLA CONSOB, il quadro normativo è articolato nelle seguenti sezioni che contengono i correlati documenti rilevanti:

A. NORMATIVA COMUNITARIA delle SOCIETA’ QUOTATE
B. NORMATIVA PRIMARIA delle SOCIETA’ QUOTATE
C. REGOLAMENTI CONSOB
D. DELIBERE CONSOB
E. RACCOMANDAZIONI CONSOB
F. COMUNICAZIONI CONSOB
G. MANUALI CONSOB
H. DOCUMENTI CONSOB
I. FAQ CONSOB



5
I PRINCIPI sono invece rappresentati dalle NORME TECNICHE e DEONTOLOGICHE

5.1 I PRINCIPI includono i PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI applicati nella formazione di bilancio e nella compilazione delle voci oggetto di segnalazione all’ORGANO DI VIGILANZA. I principi sono rappresentati da: N. 29 documenti IAS; N. 15 documenti IFRS; N. 22 documenti IFRIC; e N 11 documenti SIC.,

" INTEGRATI e NAVIGABILI ", tali da permettere un coordinamento delle norme e poter quindi accedere ad un’informazione immediata e completa.

 

5.2 I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI ISA ITALIA SONO RAPPRESENTATI IN DUE MODALITA’:

A. I DOCUMENTI ISA ITALIA vigenti alla data del 1.1.2019, rappresentati dai seguenti documenti:

ISQC (Italia) 1 200 210 220 230 240 250 250B 260
265
300
315
320
330
402
450
500
501
505
510
520
530
540
550
560
570
580
600
610
620
700
701
705
706
710
720
720B

 

B. Le PROCEDURE DI REVISIONE riportate all’interno della seguente piramide di controllo in cui il Risk approach è il denominatore comune. Le PROCEDURE DI REVISIONE ISA ITALIA sono modulate in REPORT ANALITICI che segmentano i tre momenti del PROCESSO DI REVISIONE:

 

5.3. PRINCIPI DI COMPORTAMENTO DEL COLLEGIO SINDACALE applicati dall’Organo di controllo esterno della società. Tali Principi, modulati in un formato strutturato di CHECK-LIST per Area funzionale sono destinate ai sindaci ma vanno considerati come Fonte informativa per l’intera governance in quanto, adeguatamente dettagliati, permettono di individuare le non conformità alla normativa generale (codice civili). In particolare sono oggetto di analisi:

• Conformità alla legge e allo statuto;
• Principi di corretta amministrazione;
• Adeguatezza e funzionamento dell’assetto organizzativo;
• Adeguatezza e funzionamento del sistema di controllo interno;
• Adeguatezza e sul funzionamento del sistema amministrativo-contabile;
• Bilancio di esercizio e alla relazione sulla gestione;
• Bilancio consolidato e alla relazione sulla gestione.

NORME & PRINCIPI, in sintesi, permette di avere ad un prezzo decisamente accessibile, una visione, multiforme, integrata ed applicata delle NORME GENERALI e NORME SPECIALI delle società FINANZIARIE e delle SOCIETA’ QUOTATE in versione originale, unitamente all’analisi dei principi di riferimento applicabili.

 


Per ricevere dati e link del prodotto informatico (DOWNLOAD)

contatti:

oppure:

 

 

 

PARTNERSHIP
 
| 2005-2019 Copyright by Revisorionline.it | Contatti telefonici mobile 340.8745069 |